La vibrazione sonora

I principi acustici del Piano Contact

Il suono è una forma di energia di tipo ondulatorio che si trasmette nello spazio. Ogni suono è caratterizzato da una composizione di armoniche e da una specifica lunghezza d’onda. Il corpo appoggiato direttamente alla cassa armonica del pianoforte entra in contatto con le vibrazioni da esso prodotte e amplificate dal legno della cassa armonica. Attraverso un processo detto “per simpatia”, le parti del corpo (ossa, muscoli, viscere) che vibrano alla stessa lunghezza d’onda del suono prodotto, iniziano a convibrare. La vibrazione corporea è fisicamente percepibile come un leggero solletico.

Secondo gli studi avviati negli anni ’50 dalla cantante M. L. Aucher nell’ambito della cosiddetta psicofonia, ogni suono prodotto (con la voce o con uno strumento) è in grado di colpire una vertebra e i gangli paravertebrali che le stanno ai lati, da cui si dipartono i nervi diretti ad uno o più organi interni. Perciò a seconda della gravità e dell’acutezza dei suoni prodotti, nel corpo vibra una specifica parte: le note contenute nell'ottava del pianoforte che va da do 2 a do 3 stimolano gli arti inferiori a partire dal tallone, quelle da do 3 a do 4 investono la zona del bacino sino al diaframma, da do 4 a do 5 interessano il torace, da do 5 a do 6 fanno risuonare la zona cervicale e cranica.

Durante un incontro di Piano Contact, il corpo è quindi letteralmente immerso nel suono ed è parte di esso. L’effetto immediatamente percepibile a livello fisico,è un rilassamento benefico di tutto il corpo, dalla testa ai piedi.

Sede e contatti

Tel: 333 8582316

Email: guglielmo.nigro@gmail.com

Via della Chiesa, 10, Sirtori, LC, Italia